Comune di Zero Branco

BONUS ASILI NIDO ANNO 2018

Pubblicata il 06/03/2018

Al via le domande per ottenere dall’INPS il buono per le spese di fruizione degli asili nido nel 2018.
L’articolo 1, comma 355, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (legge di bilancio per il 2017) con riferimento ai nati a decorrere dal 1 gennaio 2016 ha istituito dal 2017 un buono di 1000 euro su base annua per il pagamento di rette relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati, nonché per l’introduzione di forme di supporto presso la propria  abitazione  in favore dei bambini  al  di  sotto  dei  tre  anni,  affetti  da  gravi patologie croniche. La fruizione del bonus è sganciata dall’accertamento dell’Isee o dei redditi Irpef del genitore ma è previsto un vincolo annuo di risorse.
L’importo del buono è erogato per 11 mensilità annue (pari a 90,91 € al mese) direttamente al beneficiario che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata ed entro, comunque, il limite massimo della retta mensile. I genitori che usufruiscono del bonus non potranno poi detrarsi fiscalmente le spese per la frequenza degli asili nido ai sensi dell’articolo 2, comma 6, della legge n. 203 del 22 dicembre 2008 a prescindere dal numero di mensilità percepite nè fruirlo contestualmente con mensilità coincidenti con l’erogazione del voucher baby-sitting. 
La domanda potrà essere presentata fino al 31 dicembre 2018 esclusivamente in via telematica mediante una delle seguenti modalità:
- WEB – Servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN dispositivo attraverso il portale dell’INPS. Parimenti, il cittadino potrà utilizzare, per l’autenticazione, il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
- Contact Center Integrato – numero verde 803.164 (numero gratuito da rete fissa) o numero 06 164.164 (numero da rete mobile con tariffazione a carico dell’utenza chiamante);
- Enti di Patronato.

In caso di più figli è possibile presentare una domanda per ciascuno di essi cumulando, pertanto, gli importi disponibili. Nel caso in cui, a seguito del numero delle domande presentate, venga raggiunto –il limite di spesa disponibile, l’Inps non prenderà in considerazione le ulteriori domande. L’ordinamento delle domande avverrà in base alla data di presentazione telematica della domanda.

Il contributo in questione può essere erogato per far fronte alle spese sostenute per la frequenza di asili nido pubblici o asili nido privati autorizzati.  Per “asili nido privati autorizzati” si intendono le strutture che abbiano ottenuto l’autorizzazione all’apertura e al funzionamento da parte dell’Ente locale competente.  Sono pertanto escluse dal rimborso le spese sostenute per i servizi educativi integrativi all’asilo nido (es. ludoteche, spazi gioco, spazi baby, pre-scuola, etc.).


Ulteriori informazioni sulle modalità di presentazione della domanda telematica potranno essere trovate sul sito dell'INPS.